L’Aquila, le promesse mai mantenute

Germany’s Chancellor Angela Merkel tours the ruined city of Onna near L’Aquila in central Italy, July 8, 2009. Onna was almost totally destroyed in the April 6, 2009 earthquake in which some 300 people died. Merkel will attend the G8 summit near L’Aquilla from July 8-10. REUTERS/Tony Gentile (ITALY POLITICS)

….E poi dormire a Coppito, a due passi da quella caserma che era il nostro rifugio – la sicurezza, l’operatività – ma anche il nostro luogo di dolore, con quell’obitorio infinito capace di lasciarmi ancora oggi, dieci anni dopo, l’angoscia di un funerale tristissimo, davanti a quelle sfilata bare. La memoria riapre l’album dei ricordi e insieme a una foto mitica, un po’ alla Montanelli, mi riconsegna le immagini di una grande illusione. L’Aquila ombelico del mondo, i più grandi del pianeta protagonisti di promesse (da quel che so) mai mantenute. Tristezza. Ma anche la consapevolezza di una forza incredibile. Gli aquilani capaci di risollevarsi da soli.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s